Detti sul Vino

 

 

 

 Sia Benedetto chi per primo invento il vino che per tutto il giorno mi fa stare allegro.    (Cecco Angiolieri)

 

Lo Vino nuoce a la castigate (Iacopone da Todi)

 

Nel bicchiere ritroviamo il tempo del dialogo.   (P. Crepet)

 

Lo sballo è frenesia, il vino è armonia. E di questo i nostri giorni hanno bisogno perchè oggi il vero lusso è avere tempo, è lasciare che i sensi ci guidino.  (P. Crepet)

 

Io bevo per la sete che avrò.    (F. Rabelais)

 

Non il ridere ma il bere è proprio dell'uomo e il bere vino buono e fresco... col vino si diviene divini.      (F. Rabelais)

 

Il vino è una specie di riso interiore che per un istante rende bello il volto dei nostri pensieri.     (H. De Regnier)

 

Bevo per rendere gli altri interessanti.    (G. J. Nathan)

 

Qui dimora lo "Spirito" dei campi.  (Anonimo dell’800)

 

Un pasto senza vino è come un giorno senza sole.  

(A. Brillat-Savarin)

 

L'amore inespresso è come il vino tenuto nella bottiglia: non placa la sete.   (George Herbert)

 

Brinda a me solo con gli occhi ..... o solo lascia un bacio nella coppa, e non chiederò vino.    (Ben Jonson)

 

Quando si vuole bere un vino è sufficiente il piacere fisico, mentre per degustarlo sono necessarie intelligenza, sensibilità e competenza.   (Gualtiero Marchesi)

 

Cibo e vino sono soprattutto piacere e nutrimento, noi siamo quello che mangiamo.       (Gualtiero Marchesi)

 

Viva il vino spumeggiante nel bicchiere scintillante come il riso dell’amante; mite infonde il giubilo! (Turiddu-Cavalleria Rusticana)

 

Libiam ne’lieti calici Che la bellezza infiora, E la fuggevol ora S’inebri a voluttà.  (Alfredo-La Traviata)

 

E via i pensier! Alti i bicchier! Beviam!...beviam!... (Mimi-La Bohème)

 

San Severo città del mio pensiero dove prospera la vite e il clima è sempre mite.  (Andrea Pazienza)

 

Dice la vigna: lasciami povera ti farò ricco.  (Anonimo inizio 900)

 

O vino fa sang, a carne fa carne, a fatica fa jettà o sang!

 

La natura mette a nostra disposizione tutte le sfumature, i toni, gli aromi, i contrasti, i profumi. Poi, la genialità è di saper combinare il tutto perfettamente.  (D. Foulon)

 

Avere senso estetico vuol dire saper lavorare la materia fino ad estrarne tutta la bellezza.  (D. Foulon)

 

Sempre pronto a una nuova idea e ad un antico vino. (Brecht)

 

Pensavo di essere astemio, ma era solo perché ancora non conoscevo il buon vino.  (G. Mura)

 

Tu m’hai rinfrescato l’anima che bruciava d’amore. (Saffo)

 

....la luce verrà, in segreto vivrà...   (Ungaretti)

 

Per fare un amico basta un bicchiere, per mantenerlo non basta una botte.     (Proverbio)

 

Più una cosa è difficile, più esige arte e virtù.  (Aristotele)

 

Il vino conforta la speranza.   (Aristotele)

 

Il vino è il condensato di un territorio, di una cultura, di uno stile di vita.      (E. Hemingway)

 

Fai sempre da sobrio quello che dici di fare quando sei sbronzo. Imparerai a tenere chiusa la bocca.      (E. Hemingway)

 

Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti.          (E. Hemingway)

 

La felicità è un vino pregiato. Deve essere assaporata sorso a sorso...  (Feuerbach)

 

Dio, toccato dal rimorso, aveva fatto il sonno; l’uomo aggiunse il vino, figlio sacro del sole.  (C. Baudelaire)

 

Il vino e l'uomo mi appaiono come lottatori amici

che senza tregua si combattono e si riconciliano.

Il vinto bacia sempre il vincitore.   (C. Baudelaire)

 

Il vino assomiglia all'uomo: non si sa mai fino a che punto lo si può apprezzare o disprezzare, amare o odiare; nè quanti atti sublimi o crimini mostruosi è capace di commettere. Non siamo, allora, più crudeli con lui che con noi stessi e trattiamolo come un nostro simile.   (C. Baudelaire)

 

Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere.  (C. Baudelaire)

 

Nei brindisi il bicchier, e noi rapisca il fascino ardente del piacer ...  (Carmina Burana)

 

Si colmi il calice di vino eletto; nasca il diletto, muoia il dolor ...  (Macbeth - G. Verdi)

 

Evviva, beviamo, nel vino cerchiamo, almeno un piacer.

(dal coro dell' "Ernani" - G. Verdi)

 

Cantiamo, facciam brindisi a sposi così amabili, per lor sian lunghi e stabili i giorni del piacer.  (Elisir d’Amore)

 

Amor mio, d’improvviso il tuo fianco è la curva colma della coppa, il tuo petto è il grappolo, la luce dell’alcool la tua chioma, le uve i tuoi capezzoli, il tuo ombellico sigillo puro impresso sul tuo ventre di anfora, e il tuo amore la cascata di vino inestinguibile.  (Neruda)

 

Vita, sei come una vigna: tesaurizzi la luce e la distribuisci trasformata in grappoli.  (Neruda)

 

... tu, ampia bottiglia, conservi nel tuo ventre fecondo per il cuore assetato del poeta; tu gli versi la speranza, la gioventù, la vita e l’orgoglio ...  (Baudelaire)

 

Le fonti eran di vino, i mari, di uva ..... Il ruscello era il mosto. Chiedevi acqua Dura rami di vino ti zampillarono dai seni.  (Alberti)

 

Vendemmierai con cantici di gioia. Farai del mosto mite il vin possente.   (Dioniso)

 

Questo qui lo voglio offrire alla bella del tuo cuore, ché tramandi all’avvenire un tuo baldo successore; su, fratelli, alzate e dite fra l’amabile tinnire: salve a te, inclina vite! (J.C. Ghnther)

 

Alzo la coppa e invito la luna lucente: con lei e colla mia ombra saremo in tre.  (Li Po)

 

L’anno è finito fra scoppi di petardi; tepore di brezza e fragranza di vini.  (Wang An-Pi)

 

Che cosa grande una sola coppa di vino! Ci far dir la storia di tutta la nostra vita.  (Po Chu)

 

Il vino è il canto della terra verso il cielo.  (L. Veronelli)

 

Tu sei il magico vaso che il mio spirito avvolge e nel calice di spumante compiuto è il mio destino.  (Brentano)

 

Beviamo amici miei; il tempo che fugge c'invita, godiamo della vita quanto per noi si può.  (Moliere)

 

I beni, la gloria, il sapere non fanno sparire le pene e sol nella gioia di bere è la felicità.  (Moliere)

 

Riempi il bicchier che è vuoto. Vuota il bicchier che è pieno. Non lo lasciar mai vuoto. Non lo lasciar mai pieno. (Templari)

 

Gettiamo via gli affanni! Scorri vino in un fiume di schiuma in onore di Bacco, delle muse, della bellezza. (Pushkin)

 

Il cratere era colmo d'ambrosia. Ermete prese un'anfora, versò. Tutti gli dei reggevano le coppe, libavano. Allo sposo fecero auguri di felicità.  (Saffo)

 

Beviamo, ora, e godiamo, fra bei discorsi: ciò che sarà domani, è in mano a dio.  (Teognide)

 

Lascia pure all'erede ogni riposto avere, ma il vin della cantina, tu te lo devi bere.  (Marziale)

 

Levo la coppa, o luna, e t'invito a bere, t'auguro di non calare.  (Sou Che)

 

Dicono: ci saranno, dopo, il Paradiso e le fanciulle. Dicono: ci saranno, laggiù, e vino e latte e miele. Che male v'è allora se, qui, ci scegliamo vino e amanti quando, alla fine di tutto, così sarà ancora?  (O. Khayyâm)

 

Con bella fanciulla in riva al ruscello, e vino, e rose, finché m'è concesso, godrò in pura letizia. Finché fui, sono, e sarò in questo mondo ho bevuto, bevo e berrò sempre del vino!  (O. Khayyâm)

 

Vuota cento bicchieri, o Mecenate, alla salute dell'amico salvo e prolunga le vigili lucerne fino all'aurora.  (Orazio)

 

Cinque bicchieri si bevano per Livia, otto per Giustina quattro per Lina, e quattro anche per Lide e per Ida tre. Tanti bicchieri siano per ciascuna, quante sono le lettere del nome.  (Marziale)

 

Ave o Bacco dolcissimo, o sospir d'ogni petto, tu che versi negli animi tanta onda di diletto!  (Anonimo 1100)

 

Siamo stati scacciati dal Paradiso per aver mangiato,

non per aver bevuto!     (Anonimo)

 

Non importa dove va l'acqua, purché non vada nel vino.  (Anonimo)

 

O Bacco, o famosissimo nume, quanti qui siamo servi al tuo lieto imperio, i doni tuoi libiamo. E a narrar le tue glorie alziam l'inno giocondo a te sacrando i cantici fino a che duri il mondo.  (Anonimo 1100).

 

…et però credo che molta felicità sia agli homini che nascono dove si trovano li boni vini.  (L. da Vinci)

 

Chi non beve vino è un agnello, chi lo beve con moderazione è un leone, chi ne beve troppo somiglia molto al maiale.  (Antico detto latino)

 

.....un libro, un amico, una bottiglia di vino, ti danno la felicità !....  (Moliere)

 

Ha rubini per frutti, Carica di grappoli, deliziosi allo squardo, Di lapislazzuli sono i suoi rami, Porta frutti, desiderabili a vedersi… (Gilgamesh)

 

Viva Bacco, e viva Amore: L'uno e l'altro ci consola; Uno passa per la gola, L'altro va dagli occhi al cuore. Bevo il vin, cogli occhi poi... Faccio quel che fate voi.  (C. Goldoni)

 

Il vino aggiunge un sorriso all’amicizia ed una scintilla all’amore.  (E. de Amicis)

 

Il vino è la più sana e la più igienica delle bevande. (Pasteur)

 

Cenai con un piccolo pezzo di focaccia, ma bevvi avidamente un anfora di vino; ora l’amata cetra tocco con dolcezza e canto amore alla mia tenera fanciulla. (Anacreonte)

 

Il vino, folle, mi spinge, che fa cantare anche l'uomo più saggio e lo costringe a ridere di cuore e a danzare, e suscita parola che è meglio non detta. (Ulisse)

 

Smetti di bere soltanto acqua, ma fa uso di un pò di vino ...... (San Paolo Tim. 1,5,23)

 

Vivan le femmine! Viva il buon vino! Sostegno e gloria d'umanità!  (Mozart)

 

Et vinum laetificet cor hominis.  (Salmi 103, 15)

 

L'erba fai crescere per tutti gli armenti e vegetali per la vita di ogni mortale; perché raccolga pane per tutta la terra. E vino che allieta il cuore dell'uomo...  (Salmo 103)

 

Il vino, ravviva la nostra gioia, e alimenta la fiamma della vita quando vacilla. E in piccoli sorsi, stilla nei nostri polmoni come la più dolce rugiada del mattino. (Socrate)

 

Tre tazze di vino io preparo per gli uomini temperati: una per la salute, la seconda per l’amore, la terza per il sonno. Quando questa tazza è vuota, gli ospiti saggi vanno a casa.  (Eubulus)

 

Io stesso, nella stagione più propizia, pianterò tenere viti... E la Speranza non mi deluda ma mi offra sempre grandi quantità di grano e mosto generoso nel tino colmo.  (Tibullo)

 

Ulisse dice a Eumeo: "il vino, folle, mi spinge, che fa cantare anche l'uomo più saggio e lo costringe a ridere di cuore e a danzare, e suscita parola che è meglio non detta".  (Odissea)

 

...allora tu laggiù consolerai col vino e il canto il male, e con i dolci colloqui la tristezza che ti sciupa.   (Orazio)

 

sciogli il rigore del freddo ponendo con larghezza legna sul fuoco e generosamente versa, o Talioco, dall'anfora sabina vino di quattro anni ...  (Orazio)

 

Signore mio Dio, quanto sei grande!... Fai crescere il fieno per gli armenti e l'erba al servizio dell'uomo perché tragga alimento dalla terra, il vino che allieta il cuore dell'uomo.   (Salmi 104 - Bibbia)

 

Arida per la calura è la pelle. Allora tu il rezzo cerca di sotto un dirupo, e reca del vino di Biblo, pane che crocchi, e di capre che più non allevino il latte; carne di manza che ancora non figlia, pasciuta nel bosco, e di capretti il latte; e bevici sopra del vino fulvido, all'ombra corcato, di cibo ben sazio, a tuo agio.   (Esiodo)

 

Orsù con la coppa passa tra i banchi della nave veloce, togli i tappi agli orci capaci, e spilla il vino rosso fino alla feccia: ché non potremo stare all'asciutto durante questa veglia di guardia.  (Archiloco)

 

perché so di Dioniso signore intonare il bel canto, il ditirambo, quando il vino mi ha folgorato la mente.  (Archiloco)

 

il vino sa rivestire la più sordida stanberga di un lusso miracoloso, e fa sorgere più d'un portico favoloso nell'oro del suo vapore rosso, come un sole che tramonta in un cielo nuvoloso.  (C. Baudelaire)

 

Beltà, il tuo sguardo, infernale e divino, versa, mischiandoli, beneficio e delitto: per questo ti si può paragonare al vino.   (C. Baudelaire)

 

Esiste sulla sfera terrestre una innumerevole folla senza nome, le cui sofferenze il sonno non basta a sopire.

Il vino compone per loro canti e poemi.   (C. Baudelaire)

 

Bisogna essere ebbri. Tutto qui: è l'unico problema.

Per non sentire l'orribile peso del Tempo che vi spezza le spalle e vi piega verso terra, bisogna che v'inebriate senza tregua. Ma di cosa? Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro. Ma inebriatevi.   (C. Baudelaire)

 

...il figlio di Zeus e Semele diede agli uomini il vino per dimenticare i dolori.   (Alceo)

 

scaccia il freddo ammucchiando gran fuoco e mescendo senza risparmio vino dolce, le tempie cingendo di soffice lana.  (Alceo)

 

Ho un boccale di vino; e qui fuori son due o tre amici di Cipro, che vorrebbero toccare il bicchiere alla salute di Otello il nero.  (W. Shakespeare)

 

Il vino risveglia  il desiderio, ma ne impedisce l'attuazione.    (W. Shakespeare)

 

Vino inchiocciolato e sospeso, amoroso, marino, non sei mai presente in una sola coppa, in un canto, in un uomo. Sei corale, gregario e, quanto meno, scambievole. (Neruda)

 

Perché, vedete, l’uomo quando beve sta bene, si arricchisce, fa migliori affari e vince le cause, fa felice se stesso, e fa del bene ai suoi amici.  (Aristofane)

 

Dicono che il leone e la lucertola tengono le corti in cui Jamsheed sedeva in gloria e bevevo profondamente.  (O. Khayyâm)

 

Vieni, o coppiere, e porta, pel nostro cuore  un'anfora di vino, che ne brindiamo insieme.   (O. Khayyâm)

 

Da quando la luna e i pianeti comparvero in cielo, nessuno vide mai cosa più dolce del purissimo vino. Pien di stupore son io per i venditori di vino, che quelli cosa mai possono comprare migliore di quel ch’han venduto.  (O. Khayyâm)

 

Nulla può sostituire il vino in un giorno di felicità .  (O. Khayyâm)

 

Se bevi vino, bevilo insieme ai sapienti, insieme a una bella dal volto di ridente tulipano; non bere molto, non spesso, e non avanti agli occhi del mondo, bevine poco, e ogni tanto, e in segreto.  (O. Khayyâm)

 

Quando sarò già spento, lavate il mio corpo col vino, e sia il mio funebre rito di vino purissimo un canto.nE se nel dì del Giudizio vorrete vivo trovarmi, nella polvere delle taverne cercatemi ancora!  (O. Khayyâm)

 

Io già sento primavera s’avvicina coi suoi fiori: versatemi subito una tazza di vino .   (A. Piccinardi)

 

TERRA NATIA Ogni volta che torno a trovarti è un ribollire di sensazioni, una serie infinita di ricordi che riaffiorano nella mia mente, un continuo tuffo nel passato a ricordare la mia infanzia. Quando mi assale la nostalgia corro fra le tue braccia per nutrirmi della tua bellezza e corroborare la mia anima, tuffarmi nelle strade ed inebriarmi dei profumi

del vino, dell'olio che doni ai tuoi cari come madre generosa verso i propri figli. Continuerò ad amarti fino all'ultimo mio respiro mia cara terra natia. (Enzo Mirabella)

 

Beviam, o Dori, godiam ché il giorno presto è al ritorno, presto al partir.  (P. Rolli)

 

Oh, tu, caraffa di vino, nel deserto con la bella che amo.... che la brocca di vino al bacio dell'amore aggiunga il suo bacio. (Neruda)

 

E non vuoi lasciarmi in pace? Che pretendi, Amor, da me?  Or di Bacco son seguace; Non ho più che far con te. (P. Metastasio)

 

A Bacco, all'Amicizia Sacro i venturi giorni. Cadano i mirti; e s'orni D'ellera il misto crin.  (G. Parini)

 

Fin ch'han dal vino calda la testa, una gran festa fa' preparar. (L. da Ponte)

 

La giovine ostessa a la soglia ride, salute e mesce lo scintillante vino.  (G. Carducci)

 

... Io dal bicchier le rime chieggo e gli auguri.  (G. Carducci)

 

Nei calici il vin scintilla, si come l'anima ne la pupilla.  (G. Carducci)

 

Il vino muove la primavera, cresce come una pianta di allegria, cadono muri, rocce, si chiudono gli abissi, nasce il canto.  (Neruda)

 

Sorge e beve alle due fonti: chiara beve acqua nell'una, ma nell'altra un dolce vino.  (G. Pascoli)

 

Con il fior de la bocca umida a bere ella attinge il cristallo. Io lentamente le verso a stille il vin dolce ed ardente entro quel rosso fiore de 'l piacere; e chinato su lei, muto coppiere, guardo le forme dilettosamente: la sua testa d'Ermete adolescente e la sagliente spira de 'l bicchiere.  (G. d'Annunzio)

 

Ma che ebbrezza può dare il più famoso vino, se a riceverlo dentro non c'è almeno l'ombra stanca di un sogno?  (C. Govoni)

 

Lo bevano; ricordino in ogni goccia d'oro o coppa di topazio o cucchiaio di porpora che l'autunno lavorò fino a riempire di vino le anfore, e impari l'uomo oscuro, nel cerimoniale del suo lavoro, a ricordare la terra e i suoi doveri, a diffondere il cantico del frutto.  (Neruda) 

 

Soltanto una cosa è più lugubre dell'uomo che mangia solo; ed è […] l'uomo che beve solo. Un uomo solo che mangia somiglia a un animale alla mangiatoia. Ma un uomo solo che beve, somiglia a un suicida. (E. Cecchi)

 

Un uomo non berrà più per ricordare il suo cielo per vincere la sua pietà.  (G. Annese)

 

Il miracolo del vino consiste nel rendere l'uomo ciò che non dovrebbe mai cessare di essere: amico dell'uomo.  (E. Engel)

 

Amo sulla tavola, quando si conversa, la luce di una bottiglia di intelligente vino.  (Neruda)

 

Il vino muove la primavera, cresce come una pianta l'allegria. Cadono muri, rocce si chiudono gli abissi,

nasce il canto.    (Neruda)

 

Un pasto senza vino e come un giardino senza fiori.  (Proverbio popolare)

 

Chi ben beve ben dorme, chi ben dorme mal non pensa, chi mal non pensa mal non fa, chi mal non fa in Paradiso va. Or bene chi ben beve il Paradiso avrà. (Proverbio popolare)

 

Il vino festeggi la giornata, in un giorno lieto non è vergogna essere brilli.  (Tibullo)

 

Il vino dà coraggio e rende gli uomini inclini alla passione.  (Ovidio)

 

Il vino raggiunge la bocca e l'amore raggiunge gli occhi, questa è la sola verità che ci è dato conoscere prima di invecchiare e morire. Sollevo il bicchiere alle labbra, ti guardo e sospiro.   (W. Butler Yeats)

 

Il vino è un composto di umore e di luce.  (Galileo Galilei)

 

Il vino è la luce del sole tenuta insieme dall'acqua.  (Galileo Galilei)

 

Oro e vino son buoni quando son vecchi.  (Proverbio popolare)

 

Nessuna poesia scritta da bevitori d'acqua può piacere a lungo. Da quando Bacco ha arruolato poeti, le dolci Muse san sempre di vini al mattino.  (Orazio)

 

Vino pazzo che suole spingere anche l'uomo molto saggio a intonare una canzone e a ridere di gusto, e lo manda su a danzare, e lascia sfuggire qualche parola che era meglio tacere.   (Omero)

 

Oggi lo spazio è splendido! Senza morsi né speroni o briglie, via, sul vino, a cavallo verso un cielo divino e incantato.   (C. Baudelaire)

 

Gli uomini bevano i vini, gli altri esseri le acque di fonte.   (Scuola medica Salernitana XIII sec.)

 

Sei un chiuso silenzio che non cede, sei labbra e occhi bui. Sei la vigna.   (C. Pavese)

 

E anche tu sei collina, e sentiero di sassi, e gioco di canneti, e conosci la vigna che di notte tace.   (C. Pavese)

 

..ed il vino fluisce rosso lungo mille generazioni come il fiume del tempo e nell'arduo cammino ci fa dono di musica, di fuoco e di leoni.   (J. L. Borges)

 

Vino, insegnami come vedere la mia storia quasi fosse già fatta cenere di memoria.   (J. L. Borges)

 

Il tuo grembo è una coppa rotonda dove non manca mai vino aromatico.   (Cantico dei Cantici)

 

Baciami con un bacio della tua bocca, perché le tue mammelle sono migliori del vino.   (Cantico dei Cantici)

 

Più inebriante del vino è il tuo amore.   (Cantico dei Cantici)

 

Il saper bere fa parte del saper vivere.   (E. Peynaud)

 

L'arte del bere obbedisce a due regole: la misura ed il buon gusto.   (E. Peynaud)

 

L'alimento più salutistico di tutti è quello che la religione musulmana proibisce.

(Maimonide - medico personale di Saladino)

 

Il vino è la parte intellettuale del pranzo.   (Renault)

 

La vita è troppo breve, per bere del vino cattivo. 

(G. E. Lessing)

 

Il vino non si beve soltanto, si annusa, si osserva, si gusta, si sorseggia e ...se ne parla ....    (Edoardo VII)

 

Io sono bellezza e amore; io sono amicizia, tuo conforto; io sono colui che dimentica e perdona: lo spirito del vino.  (W. E. Henley)

 

Chi ben beve ben dorme, chi ben dorme mal no pensa, chi mal no pensa mal non fa, chi mal non fa in Paradiso va. Ora ben bevé che el Paradiso avaré......   (Anonimo 1300)

 

... guarda il calor del sol che si fa vino,

giunto all'umor che dalla vite cola...  (A. Dante)

 

I veri intenditori non bevono vino: degustano segreti.   (S. Dalì)

 

Accostatevi pure al vino purché non ne beviate fino all’ebbrezza.   (Confucio)

 

Non ti formalizzare ai nomi nè alle etichette: meglio un onesto plebeo di un nobile degenerato.

Così, non spasimare sugli anni di cantina. Certi solenni sturate sanno di liturgia e meritano rispetto: ma il vino, come le donne, è buono all'età giusta.   (G. Brera)

 

L'amore tuo diffonde il suo vigore in tutto il mio essere,

come un vino.   (P. Verlaine)

 

Un buon vino è come un buon film: dura un istante e ti lascia in bocca un sapore di gloria; è nuovo ad ogni sorso e, come avviene con i film, nasce e rinasce in ogni assaggiatore.   (F. Fellini)

 

Il vino è come la poesia, che si gusta meglio, e si capisce davvero, soltanto, quando si studia la vita le altre opere, il carattere del poeta, quando si entra in confidenza con l’ambiente dove è nato, con la sua educazione, con il suo mondo.   (M. Soldati)

 

Il vino è per l'anima ciò che l'acqua è per il corpo.    (M. Soldati)

 

Il vino è la poesia della terra.     (M. Soldati)

 

Il vino parla, scioglie la lingua, svela segreti che non avresti mai voluto raccontare, segreti che non sapevi nemmeno di conoscere.   (J. Harris)

 

Troppo vino o troppo poco: se non gliene date, non può trovare la verità; se gliene date troppo, neppure.    (Blaise Pascal)

 

Vino e musica furono sempre per me il miglior cavatappi.  (Cechov)

 

Se Dio avesse proibito il vino, perché mai l'avrebbe fatto così buono?   (Cardinale Richelieu)

 

Se dell'uve è sangue amabile non rinfranca ognor le vene, questa vita è troppo labile, troppo breve è sempre in pene.    (Francesco Redi)

 

L'astemio è un debole che cede alla tentazione di negarsi un piacere.    (Ambrose Bierce)

 

Non sempre il vino nuovo ci fa dimenticare quello che la vite ci ha donato l'anno prima.    (Simonide)

 

Dentro al bicchiere di vino le conversazioni galleggiano lievi.    (Proverbio cinese)

 

A causare le ansie provvede la vita, a interromperle provvede la vite.    (J. Wolfgang von Goethe)

 

La vita è troppo breve per bere vini mediocri.      (J. Wolfgang von Goethe)

 

Il vino è una specie di riso interiore che, per un istante, rende bello il volto dei nostri pensieri.     (Henri de Régnier)

 

L'amore inespresso è come il vino tenuto nella bottiglia.  (Emile Veraheren)

 

Il vino fermenta, la stupidità mai.....  (Anonimo cinese)

 

Il gusto del vino non sta nella bottiglia, ma nella nostra testa.  (F. Brochet)

 

Se osserviamo un bicchiere di vino ………vediamo l’intero universo.   (Richard P. Feynman)

 

Una donna mi ha portato sulla strada del bere e non ho nemmeno avuto la cortesia di ringraziarla.    (W.C. Fields)

 

Sii temperato nel bere; il troppo vino non serba segreti, nè mantiene promesse.         (Miguel de Cervantes)

 

Non c'è niente di sbagliato nella sobrietà a piccole dosi.    (John Ciardi)

 

Il vino bianco va servito assiderato.      (Totò)

 

L'amicizia è il vino della vita.       (Edward Young)

 

Un amico nuovo è come il vino nuovo: invecchierà e lo berrai con delizia.         (Ecclesiastico)

 

Non è vero che un uomo cambia ubriacandosi, è da sobrio che è diverso!             (T. De Quincey)

 

Vino e donne, risa e allegria: oggi.  Prediche e acqua di selz: domani.            (G. Gordon Byron)

 

Parliamo del Vino che m’ha per certo tocco il cuore (L.  Ariosto)

 

La forza sconvolgente del vino penetra l’uomo e nelle vene sparge e distribuisce l’ardore.      (Lucrerzio)

Stampa Stampa | Mappa del sito
© www.sagralambrusco.it